Dal 29 aprile arriva Motor Trend sul canale 56 del digitale terrestre

Come avevamo già annunciato poco tempo fa, l’accordo tra Mediaset e Discovery per l’utilizzo del marchio Focus è giunto al termine. Di conseguenza il canale 56 del digitale terrestre rimane di proprietà del gruppo Discovery ma cambia denominazione e contenuti. Dal prossimo 29 aprile inizierà le trasmissioni il nuovo canale Motor Trend, interamente dedicato al mondo dei motori in ogni sua forma. Nel palinsesto potremo vedere e rivedere molte serie sul mondo dei motori già ben note agli appassionati e sinora legate al canale D Max, tanto per fare qualche esempio si potranno vedere Fast n’ Loud, Affari a 4 ruote, Officine da Incubo, American Chopper, Meccanici allo Sbando, Diesel Brothers e Car Crash Tv.

Il nuovo canale Motor Trend sarà visibile anche alla posizione 56 della piattaforma satellitare Tivùsat. Sempre rigorosamente nella sola definizione standard. Motor Trend entrerà anche a far parte dei contenuti della piattaforma Dplay del gruppo Discovery.

Motor Trend nasce dall’esperienza di una rivista di motori USA fondata nel 1949 e poi sviluppatasi anche in altre forme multimediali.

Per quanto riguarda il futuro di Focus non ci sono ancora notizie ufficiali, ma potrebbe spostarsi sul canale 35, al posto di Italia 2, il cui palinsesto a sua volta dovrebbe rientrare quasi completamente nei contenuti del canale 20, in procinto di iniziare le sue trasmissioni ufficiali al posto dell’attuale ReteCapri. Quindi un piccolo rimpasto nei canali Mediaset per portare molti contenuti in posizioni di canale più accessibili al grande pubblico.

Fonte :dday.it

LaC Tv Potenzia il suo segnale , risintonizza il tuo TV per vederla sul 19

Abbiamo potenziato il nostro segnale TV per essere ancora più visibili.
Risintonizza il Tv o il decoder per vedere la LaC TV sul 19.
Maggiori informazioni www.lactv.it o chiama il numero 0963.263010

Mux TelespazioTv 2 UHF34 – Telespazio Tv1 UHF51 – Calabria TV UHF53

Fonte: Redazione LaC Tv

ADN Italia , nuova attivazione a San Marco Argentano.

ADN ITALIA comunica l’attivazione di una nuova postazione a San Marco Argentano (CS) riguardante il mux Telespazio TV 2 (UHF34) ; grazie a questa nuova attivazione , i canali del gruppo ADN ITALIA ed i canali di editori terzi presenti sul mux avranno maggiore copertura della provincia di Cosenza con un miglioramento in special modo nella copertura della Piana di Sibari.

Tv locali, Calabria: chiude Rete 3 Digiesse. Proprietà: colpa della mancanza di fondi regionali

Digiesse, la società cui fa riferimento l’emittente tv Rete 3 Digiesse con sede a Praia a Mare, sulla costa tirrenica cosentina, ha dato forfait. Si conferma così la situazione di grave difficoltà in cui operano molti operatori televisivi locali, soprattutto nelle aree del territorio italiano dove non si notano ancora i segni della ripresa economica.
“Nei giorni scorsi – ha spiegato il direttore responsabile, Gaetano Bruno, sulla pagina Facebook dell’emittente – la proprietà ci ha informato di dover sospendere ogni attività a partire dal 1° Aprile. Purtroppo la mancanza dei fondi regionali, venuti meno già a gennaio dello scorso anno, hanno pesato non poco sulle economie della Digiesse. Comprendiamo il rammarico della proprietà nel comunicarci questa notizia – commenta Bruno – dopo tanti anni e tanti sacrifici per garantire un servizio di informazione quotidiano su questo territorio come forse non c’era mai stato da parte di un’emittente privata per cosi’ lungo tempo.
Da parte mia consentitemi di ringraziare in primo luogo proprio la società per aver messo in piedi questo bellissimo progetto. Personalmente e’ stato un percorso di crescita importantissimo sia dal punto di vista personale che professionale. Ringrazio tutte le persone che negli ultimi nove anni hanno collaborato e soprattutto quelle che fino ad oggi hanno garantito la realizzazione dei prodotti giornalistici. Siamo andati sempre avanti nonostante tutto”, ha continuato il direttore della stazione che impiega 7 persone tra tecnici e giornalisti, aggiungendo: “Negli anni e’ calato numericamente l’organico a disposizione, sono venuti meno importanti strumenti per l’operatività quotidiana ma siamo sempre andati avanti riuscendo a garantire anche e soprattutto grazie ai collaboratori, la qualità e la quantità dei prodotti informativi”. “Da oggi in poi a questo territorio mancherà qualcosa”, ha concluso il giornalista.
Resta ora da vedere se i titoli amministrativi all’esercizio verranno rilevati da altri soggetti interessati a proseguire l’attività informativa sul territorio. (E.G. per NL)

Mediaset, accordo con Sky: i canali Premium anche sul satellite.

Mediaset, accordo con Sky: i canali Premium anche sul satelliteImportante accordo raggiunto tra Mediaset e Sky Italia, che prevede benefici per entrambe le società. I canali di cinema e serie tv di Premium diventeranno infatti visibili anche per tutti i clienti della piattaforma satellitare Sky Italia, generando un aumento dell’audience con ripercussioni positive sui ricavi pubblicitari Mediaset. Dall’altro canto Sky Italia incrementa l’offerta di contenuti di qualità ai propri abbonati.

In pratica sulla piattaforma satellitare di Sky approderanno cinque canali di cinema (Cinema, Cinema +24, Cinema Energy, Cinema Emotion e Cinema Comedy) di Premium, e quattro di serie tv (Joi, Action, Crime e Stories).In più, inizia una collaborazione tra le due società che estende a Sky Italia l’utilizzo della piattaforma pay Premium attiva sul digitale terrestre. A partire dal 1° giugno 2018, grazie alla capacità trasmissiva messa a disposizione dal gruppo Mediaset, Sky creerà una sua offerta televisiva a pagamento in digitale terrestre che combinerà una selezione dei canali Sky e Fox con i nove canali targati Mediaset. A questo pacchetto di canali di cinema, serie tv e intrattenimento, si potra’ aggiungere anche un altro pacchetto dedicato allo sport che includerà una selezione dei grandi eventi sportivi di Sky, anche in Alta Definizione.

Nel suo complesso, l’intesa di oggi permette a Mediaset di diventare editore su tutte le piattaforme, satellite pay compreso, e di creare nuovo valore grazie all’utilizzo da parte di terzi della propria piattaforma pay. L’intesa odierna rappresenta anche un nuovo passo avanti di Mediaset nel quadro della digital transformation di Premium iniziata con il piano “Mediaset 2020” presentato al mercato nel gennaio 2017.
In aggiunta, per conseguire l’obiettivo di accelerare e completare il processo di digital transformation in atto, Mediaset potrebbe valutare l’opportunità di ampliare il perimetro della partnership con Sky Italia all’area “Operation pay”, e cioè ad ambiti come la manutenzione tecnica, l’accesso condizionato, l’assistenza ai clienti, le attività commerciali e altre analoghe attività operative così da poter conseguire, in futuro, ulteriori benefici economici.

Con questa finalità Mediaset ha ottenuto da Sky Italia il diritto di opzione (senza obblighi di esercizio da parte di Mediaset) a cedere all’operatore satellitare, in una finestra temporale compresa fra novembre e dicembre 2018, l’intera partecipazione in una Newco nella quale sarà previamente conferito da Premium il ramo d’azienda costituito dalla piattaforma tecnologica di Premium (area “Operation pay”). Nel caso Mediaset decidesse di esercitarlo, il trasferimento della Newco a Sky Italia avrebbe luogo immediatamente e l’operazione sarebbe naturalmente sottoposta all’approvazione delle Autorità competenti (AGCM e AGCOM). L’eventuale esercizio del diritto di vendita non comporterà alcuna discontinuità all’attività di Mediaset Premium che continuerà a gestire la propria offerta e la propria base clienti.